Quando Honoré de Balzac fu ospite di Rivalta

Nel 1836 il romanziere Honoré de Balzac fu ospite del Castello di Rivalta di Torino, come ricorda la lapide posta nel cortile interno: “Sollecitato dal luogo e dalla memoria Honoré de Balzac in questo castello, il 10 agosto 1836, scrisse in onore della contessa Polissena di Benevello Le cheval de Saint Martin”.

Il romanziere francese Honoré de Balzac, ospite nel 1836 del Castello di Rivalta

Nel settembre del 2009 fu inaugurata a Rivalta una mostra dedicata al grande romanziere francese, realizzata dal Comune di Rivalta di Torino, con il sostegno della Regione Piemonte e della Provincia di Torino.

La mostra La commedia umana di Balzac fu omaggio, proponendo un omaggio al grande romanziere, al suo macroscopico sguardo sulla società del tempo, al grandioso affresco composto dagli studi filosofici, analitici e di costume che intessono la sua scrittura. Il mondo descritto da Balzac, si costituisce in omologia col mondo vivente di oggi, di ieri e di domani; l’intenzione di Balzac di racchiudere nello stesso tempo la storia e la critica della società, l’analisi dei suoi mali e la disquisizione dei suoi principi, diventò spazio attivo di un’attenta riflessione da parte di otto artisti italiani.

Gli artisti, attraverso l’utilizzo di differenti linguaggi artistici, confrontandosi con l’opera di Balzac e con gli spazi del Castello di Rivalta, interpretarono, riattualizzandola, una nuova possibile visione sulla commedia umana contemporanea.

 

 

 

 

 

.

-->